101 canzoni per le quali vale la pena vivere (4)

Otis Redding – I’ve Been Loving You Too Long (lato A di un singolo, Volt/Atco, 1965; poi inclusa in “Otis Blue”)

25 commenti

Archiviato in 101 canzoni, video

25 risposte a “101 canzoni per le quali vale la pena vivere (4)

  1. Francesco

    e lo sapevo! ci pensavo stamattina, ma dove è finito il grande otis?

  2. umile discepolo

    La stavo aspettando! Una canzone che vale quasi più di una vita!

  3. Tutto Otis Reddings vale la pena 🙂

  4. stefano campodonico

    Beh,Otis non poteva mancare!
    A questo punto azzardo un pronostico:
    3 Phantasmagoria in Two – Tim Buckley
    2 Femme Fatale – Velvet Underground
    1Like a Rolling Stone – Bob Dylan

  5. Anonimo

    manca uno tra dylan beach boys velvet e tim buckley

  6. Henry Trave

    Per me Dylan-Beatles-Beach Boys

  7. Henry Trave

    Like A Rolling Stone-A Day In The Life-God Only Knows

  8. Anonimo

    C’entra poco ma visto che I’ve been loving you too long sta su Otis Blue che da qualche giorno sta pure nel seguente box http://www.funku.fr/en/2012/atlantic-soul-legends-the-ultimate-20-cds-soul-boxset/, volevo chiedere a VMO se gli pare che la selezione degli album del suddetto cofano sia valida. Io nel dubbio l’ho fatto mio.
    Alfonso

    • Tutti classici e superclassici. Soldi spesi benissimo.

      • Alfonso

        Bene bene volevo la tua benedizione, di buona parte di questi artisti – a differenza di quelli Motown – non ero mai riuscito a trovare edizioni in cd. Pure se manca un libretto degno di tal nome a corredo i dischetti presentano i retro di copertina originali: se ci si vuoi far del male agli occhi si possono pure leggere le note che presentano le giovani promesse Aretha Otis Bobby e via dicendo…

  9. Anonimo

    Calma ragazzi… ma “pleased to meet you, hope you guess my name” dov’è? Simpathy for the devil manca o sbaglio? E poi io, per quel poco che conosco VMO, ci caccerei dentro un altro Strummer e un rock’n’roll della prima ora.
    Ciao,
    Michael Rove.

  10. Rusty

    Beatles (Tomorrow never knows) e Stones (Wild Horses) ci sono già e la regola è una canzone per artista. E poi smettiamo di tirare Eddy per la giacca, non è mica Napolitano, oibò!

  11. Anonimo

    GOD ONLY KNOWS

  12. paolo stradi

    Una Sympathy For The Devil ci starebbe…

  13. roberto

    No,in teoria Tim non dovrebbe mancare ma c’è Jeff e tutto non si può avere, però a me sembra che al momento i grandi assenti siano Stevie Wonder e Donny Hathaway.

  14. Orgio

    Sicuramente Dylan ci sarà (la butto là: Hurricane?), poi boh: azzardo Beatles (ardua scelta tuttavia; io propenderei per Help!, ma ogni scelta è buona) e Clash (sarà qualcosa da London Calling o Sandinista!, ma non chiedetemi cosa).
    Mi permetto solo di far notare che l’esclusione di gente come Stones, Zeppelin, Beach Boys presterebbe il fianco a qualche mugugno. 🙂

  15. Romano

    Dylan e (spero) Elvis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.