Velvet Gallery (6)

Non so se fossimo anche belli (in realtà sì che lo so, eravamo bellissimi, ma è da voi che voglio sentirmelo dire), ma per certo a “Velvet” eravamo molto, molto poveri. Quando, all’altezza del numero 4 (gennaio 1989), decidemmo che sarebbe stata cosa buona, giusta e tempestiva dedicare una copertina ai Violent Femmes  le uniche foto degne che avevamo in mano appartenevano a una session che già era stata sfruttata dal “Mucchio” qualche mese prima. Non potendo permetterci di comprarne altre, l’alternativa era cambiare copertina oppure usarle di nuovo. Optammo per la seconda che ho detto, forse sbagliando.

Violent Femmes - Here To Stay 1

Violent Femmes - Here To Stay 2

Violent Femmes - Here To Stay 3

4 commenti

Archiviato in archivi

4 risposte a “Velvet Gallery (6)

  1. Stefano Piredda

    Eravate bellissimi…

  2. stefano campodonico

    Strafighi!

  3. Ho adorato i VF come forse nessun altro gruppo fino a “3” e, in minor misura, “Why do birds sing?”. Li vidi dal vivo al City Square di Milano nel ’91 e li trovai straordinari: mi impressionarono addirittura di più Brian Ritchie e l’istrionico Victor De Lorenzo che non Gordon Gano. Ho cercato di farmeli piacere anche dopo ma, ahimè, a parte sporadiche eccezioni dopo c’era poco da salvare (guardacaso da quando De Lorenzo lasciò, a dimostrazione di quanto sostenevi tu nell’articolo: ciascuno dei tre aveva fondamentale importanza nel mix). Ritengo quasi incredibile – e dolorosa – l’involuzione compositiva di Gano, sfociata alla fine in una sorta di auto-esilio che non ho mai saputo spiegarmi: tanto straordinari i suoi primi 8-10 anni, tanto impalpabili e a tratti autolesionisti i seguenti 20. Quanto a Ritchie, beh: secondo me lui stava a Gano come, nei Velvet, John Cale stava a Lou Reed. Straordinario multistrumentista “di rottura” e vera anima del gruppo.

  4. posilliposonica

    Ad inizio anni settanta R. Altman valuto’ che le canzoni del primo Cohen
    sarebbero state perfette per il suo film “I Compari”.Cosi’ fece e il risultato
    fu superbo.Voglio “sognare” che pochi anni dopo quando giro’ “Gang” se
    avesse potuto sentire le canzoni di “Hallowed Ground” le avrebbe trovate
    perfette per il suo film e le avrebbe usate come commento musicale.Sod-
    disfazione garantita, Bob.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...