Memorabilia (3)

Cosa non si ritrova aprendo certi scatoloni! Ad esempio questa lettera che Daniela Federico mi scriveva dieci anni fa e della quale mi ero completamente dimenticato. Sia chiaro: l’allora e tuttora amministratrice della Stemax aveva assolutamente ragione a riprendermi e a farlo duramente. Nessuna discussione al riguardo. Mi limito solo a osservare che, avesse applicato a se stessa la medesima inflessibilità multandosi di 75 euro al giorno per ogni giorno di ritardo rispetto a un saldo in termini ragionevoli del mio lavoro (diciamo a due mesi dalla pubblicazione, che vuol pur sempre dire a ben tre dalla consegna), io avrei certamente finito da un pezzo di pagare il mutuo. Magari mi sarei persino comprato un casale rock, per quanto non di lusso come il vero e unico casale rock. E senza appropriarmi indebitamente di un solo euro.

Lettera Daniela Federico

24 commenti

Archiviato in casi miei, Stemax

24 risposte a “Memorabilia (3)

  1. Michele Delli Gatti

    “Egregio Sig.” seguito da cognome e nome (!): rispettosissimo! Pensa che, se ti fossi ricordato della lettera, avresti potuto chiamare il blog ESCS!

  2. A questo punto è legittimo domandarti perché (e quando) scegliesti il nom de plume “Eddy”?

  3. Gian Luigi Bona

    Da che pulpito…

  4. Giancarlo Turra

    Ma i due punti dopo “Sig”… 😀 ?

  5. Migliaia di lettori inferociti non ti hanno mai perdonato “tale sgradevole evento” e la “totale mancanza di rispetto” nei loro confronti…
    Pensa se non gli avessi inflitto una così grave perdita, quante belle soddisfazioni si sarebbero potuti permettere…
    Comunque:
    Federico Daniela (!!)
    E soprattutto:
    Comic Sans (!!!!!)
    …che per chi fa un lavoro legato alla grafica e’ anche peggio del cognome-nome….

  6. nel 2003 il rispetto per i lettori era sacro, come settantacinque euro.

  7. Gian Luigi Bona

    Adesso abbiamo capito perché il Mucchio è in braghe di tela !
    È colpa del notevole danno economico che gli hai arrecato caro il mio Eddy !!!

  8. Rusty

    Questa lettera è sorprendente. Contrasta totalmente con l’idea di gestione cazzara del Mucchio versione Stefani-Federico che mi ero fatto. Addirittura la firma per presa visione!

    • Giancarlo Turra

      ho un amico che è promoter concertistico ecc. ecc. nella zona dove sto, e mi racconta sempre che l’unica rivista dove gli hanno dato del lei telefonicamente, è proprio l’Innominabile. E indovinate un po’ con chi ebbe il piacere di parlare… 😀

  9. Con qualcuno in giacca e mutande, simbolo di eleganza informale?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...