Dave Alvin & Phil Alvin – Common Ground (Yep Roc)

Dave Alvin & Phil Alvin - Common Ground

Nei primi ’80 tre gruppi mantennero vivo e popolare il verbo del rock’n’roll. I più selvaggi erano i Cramps, i più simpatici gli Stray Cats, ma quelli che più mi sono rimasti nel cuore sono i Blasters: quanto di più simile ai Creedence – pure nelle loro fila due fratelli – abbia avuto in sorte la generazione cresciuta a punk e new wave. “Abbiamo avuto il blues della Louisiana e quello del Delta/Abbiamo avuto il country, lo swing e il rockabilly/Abbiamo avuto il jazz, il country’n’western e il blues di Chicago/È la musica più grande che tu abbia mai conosciuto/È musica americana/È il suono più bello in arrivo dagli USA” cantavano nella canzone che intitolava nel 1980 il primo LP e a tale formula si mantennero fedeli per sei anni e quattro splendidi, anfetaminici album. E poi basta, fatta salva l’occasionale rimpatriata della formazione originale, perché teneteli insieme voi due fratelli nati per suonare in coppia ma per il resto competitivi e polemici su tutto. “Qualche volta litighiamo”, ammette con un sorriso Dave (di altissimo livello la sua carriera da solista), “ma mai su Big Bill Broonzy” e meno male, ché se no non avremmo potuto goderci questo eccezionale tributo a colui che già negli anni ’30 cominciò a gettare le fondamenta di quello che sarà il blues elettrico e dunque, indirettamente, del rock’n’roll stesso.

Altro che roba da museo! Poco o nulla è uscito in questa prima metà di anno di al pari fresco, divertente, eccitante. Disco travolgente anche quando il passo non è particolarmente svelto, con apici da urlo in una All By Myself contemporaneamente marziale e ludica, in un Southern Flood Blues tagliente e sferragliante, nel rockabilly a rotta di collo Truckin’ Little Woman. Disco suonato benissimo e registrato idem, il che non guasta mai.

Pubblicato per la prima volta su “Audio Review”, n.353, luglio 2014.

1 Commento

Archiviato in archivi, recensioni

Una risposta a “Dave Alvin & Phil Alvin – Common Ground (Yep Roc)

  1. giovanni

    Meno male che ci sei tu Eddy, altrimenti sti dischi non saprei nemmeno che esistono.
    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...