Titus Andronicus – The Most Lamentable Tragedy (Merge)

Titus Andronicus - The Most Lamentable Tragedy

Per quanto il tuo background sia punk, è chiaro che se come nome del tuo gruppo scegli il titolo di una tragedia di Shakespeare, 1), proprio incolto non sei e, 2), ci tieni che si sappia. Unico punto fisso di una formazione che è oggi schierata a sei (ma per le sue fila è transitata negli anni un’altra quindicina di musicisti), il cantante e chitarrista Patrick Stickles fondava i Titus Andronicus a Glen Rock, New Jersey, nel 2005. Dopo un EP e alcuni singoli di riscaldamento, il debutto in lungo “The Airing Of Grievances” vedeva la luce nel 2008. Una canzone citava Cormac McCarthy, un’altra Brueghel, una terza si intitola Albert Camus. Più modestamente i critici chiamavano in causa Pixies e Springsteen, Replacements, Arcade Fire e Bright Eyes, influenze eterogenee ma comunque roba buona, buonissima. Era all’altezza di un successivo di due anni “The Monitor”, fra l’altro già un concept (sulla guerra civile americana), che si poteva cominciare a preoccuparsi, quando qualcuno tirava in ballo Meat Loaf e non a sproposito. Nel 2012 “Local Business” vedrà l’apprezzabile ritorno a un rock più diretto, relativamente asciutto, ma è pur sempre l’album di un brano intitolato My Eating Disorder sopra gli otto minuti e di un altro, chiamato Tried To Quit Smoking, che sfiora i dieci.

Avrete inteso: Stickles è un libro aperto. Esagera un tantinello in “The Most Lamentable Tragedy”, autentica rock-opera in cinque atti (!) e quasi cento minuti con come argomento la discesa di un uomo, nel quale è individuabile l’autore stesso, negli inferi della malattia mentale. Noi non di madre lingua possiamo non badare ai testi e goderci gli occasionali momenti di brillantezza in un contesto troppo carico. Leggo di un nuovo “Zen Arcade”, ma a me pare un “Tommy” minore.

Pubblicato per la prima volta su “Audio Review”, n.367, settembre 2015.

Lascia un commento

Archiviato in archivi, recensioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...